Le 10 migliori applicazioni per ascoltare della musica su iPhone

torna alla Home dei nostri consigli

migliori app musicali per iPhone



Indice:

1. Apple Music

2. Spotify

3. Amazon Music

4. YouTube

5. Deezer

6. Soundcloud

7. Tidal

8. Shazam

9. Musixmatch

10. Amerigo



Dall’utilizzo dei vinili e dei giradischi ai walkman, dai lettori mp3 agli iPod, i dispositivi per ascoltare musica sono diventati sempre più piccoli e invisibili fino a scomparire totalmente.

Oggi, per la maggior parte di noi, a contenere tutta la musica che amiamo sono i nostri smartphone, e non importa se siete degli amanti del vintage; sappiamo che i vinili sono tornati di moda, che ci sono ancora auto in grado di leggere i cd dei vostri cantanti preferiti e che le musicassette sono così belle esposte su una mensola, ma volete mettere la comodità di avere tutte le vostre canzoni sempre a portata di mano all’interno dei vostri telefoni?

Se possedete un iPhone, in questo articolo troverete una selezione delle 10 migliori applicazioni per ascoltare musica, alcune di queste sono gratuite, altre a pagamento, ma la maggior parte di esse può essere utilizzata anche in versione demo in modo gratuito.

Le elevate prestazioni raggiunte dagli ultimi modelli di iPhone permettono un ascolto di elevata qualità sia in streaming che offline, e le applicazioni per ascoltare la musica sono una valida soluzione a un problema che siamo sicuri affligge la maggior parte dei possessori di dispositivi Apple: la memoria sempre piena. Salvando le vostre canzoni preferite su queste app infatti risparmierete molto spazio, che potrà essere utilizzato per i vostri documenti importanti, foto o messaggi.

Se anche voi non potete fare a meno dei vostri cantanti preferiti e avete bisogno della vostra dose quotidiana di musica, non vi resta che testare queste app e scegliere quella più adatta a voi e alle vostre esigenze. Scopriamo insieme le migliori 10 app per ascoltare della musica su iPhone.

Apple Music

Dato che siete possessori di un dispositivo Apple, non dovrebbe stupirvi che la prima applicazione consigliata per ascoltare musica sul vostro iPhone è proprio Apple Music, sviluppata da Apple e completa di tutte le caratteristiche e funzionalità che si possono desiderare da un programma per sentire musica.

Apple music offre una collezione di oltre 45 milioni di brani, da ascoltare in streaming o da scaricare e inserire nella propria libreria personale per averli disponibili anche quando si è offline. L’app non ha contenuti pubblicitari, quindi è possibile ascoltare i propri artisti preferiti senza interruzioni, a un prezzo che va dai 4,99€ al mese in su.

Se avete acquistato un nuovo dispositivo Apple, dovreste trovare l’app già installata sul vostro iPhone o iPad, e avete un periodo di prova di tre mesi per capire se può fare al caso vostro.

Spotify

La vera regina delle applicazioni per ascoltare musica è una: Spotify. Impossibile non conoscerla, se l’avete utilizzata qualche volta sarete sicuramente d’accordo nel riconoscere che vale tutta la fama che ha.

Uno dei cataloghi più vasti per quanto riguarda il repertorio musicale, la possibilità di creare playlist personalizzate, ascoltare podcast, vedere che musica ascoltano gli utenti che si seguono, scoprire ogni settimana i brani consigliati con il Discovery weekly, generato automaticamente.

Le funzionalità di Spotify sono moltissime e altrettanti sono i lati positivi che ci aiutano a dire che vale la pena pagarne la versione premium. L’app infatti dispone di una versione gratuita che permette di creare le proprie playlist e ascoltare tutti i brani, ma in modo casuale e senza la possibilità di scegliere un brano specifico.

La versione a pagamento invece permette di fare shuffle tutte le volte che lo si desidera, di scaricare le playlist e i brani per poterli ascoltare anche quando si è offline e soprattutto elimina tutti i messaggi pubblicitari che invece sono presenti nella versione non a pagamento. Il costo della versione premium è di 9,99€, oppure di 4,99€ per gli studenti e 14,99€ per la versione family, da condividere appunto con la famiglia.

Amazon Music

Ebbene sì, nel caso in cui non lo sapeste ancora, il marketplace più famoso della storia è proprietario anche di un servizio dedicato allo streaming di musica: Amazon Music, appunto. L’archivio musicale di Amazon raccoglie circa 50 milioni di brani e per ascoltarli ci sono varie possibilità.

La prima è quella di acquistare singolarmente i vostri brani preferiti o i vostri album, potete poi raccogliere tutta la vostra musica in playlist personalizzate da ascoltare quando preferite.

La seconda ipotesi è quella che voi siate già abbonati al servizio Amazon Prime: in questo caso potete accedere a 2 milioni di brani in modo gratuito, senza interruzioni pubblicitarie, con la possibilità di effettuare il download e ascoltarle in modalità offline, ma con un limite di 40 ore mensili.

Se invece volete avere accesso a tutto il catalogo completo e senza limitazioni di tempo, è necessario essere abbonati ad Amazon Music Unlimited.

YouTube Music

Come non conoscere il famoso social YouTube? Sarà sicuramente capitato a tutti di ascoltare musica su YouTube, e per questo saprete che la piattaforma non permette di continuare l’ascolto in modalità offline oppure cambiando schermata sul telefono o uscendo dall’app.

Quello che forse non sapete è che ne è stata sviluppata una versione dedicata appositamente all’ascolto di musica. YouTube Music permette di cercare qualunque video presente su YouTube, ricevendo anche suggerimenti di brani e playlist in base ai propri gusti e preferenze.

Per poter ascoltare musica anche quando il display del vostro iPhone è spento però, occorre avere un abbonamento Premium, che vi permetterà anche di evitare le pubblicità.

Deezer

Questa applicazione permette un ascolto musicale leggermente diverso, nel senso che è sviluppata per apprendere i vostri gusti musicali e creare playlist nuove per farvi scoprire musica in linea con i vostri generi e artisti preferiti.

Deezer è perfetta quindi per scoprire nuova musica, se vi stancate spesso delle solite playlist e se avete voglia di esplorare. La versione demo gratuita permette di ascoltare solo i primi 30 secondi dei brani, dopodiché sarà necessario passare alla versione premium per un costo di 9,99€ al mese.

Soundcloud

SoundCloud è una delle più grandi comunità di artisti indipendenti presenti in rete, e l’app consente di ascoltare tutti i brani presenti sull’omonimo sito senza limitazioni, creare playlist personalizzate e persino di registrare e caricare i propri audio.

Tidal

Tidal offre un catalogo di oltre 60 milioni di audio e video, che sono riproducibili in streaming. Inoltre, il suo catalogo comprende anche video di backstage o di eventi esclusivi. Anche Tidal offre la possibilità di creare playlist personalizzate, salvare i propri brani preferiti e ascoltarli in qualunque momento.

Shazam

Sicuramente conoscerete questa applicazione per la sua funzione principale: quella di riconoscere le canzoni e gli audio in pochi secondi, fornendone opzioni di acquisto, i testi e le possibili soluzioni per riprodurli. Non stupisce quindi che da anni Shazam sia in testa alle classifiche, anche perché adesso è perfettamente integrata con Spotify e Apple Music.

Anche in questo caso è possibile creare delle playlist, anche in collaborazione con altri utenti e funziona un po’ come un social network. La versione gratuita funziona molto bene e offre molte funzionalità, ma se volete eliminare le pubblicità ne esiste anche una versione Premium a pagamento.

Musixmatch

Musixmatch (app creata nel nostro Belpaese) è un vasto catalogo di canzoni che vi permette di ascoltare la vostra musica visualizzando il testo a tempo, disponibile anche con le rispettive traduzioni in molteplici lingue. Una funzionalità interessante di Musixmatch è che è in grado di rilevare le canzoni riprodotte intorno a te e individuarne il titolo e l’artista. Inoltre, consente di ritrovare una canzone di cui non conosci il cantante o il titolo semplicemente digitandone una parte del testo. Oltre alla versione base, gratuita, è disponibile anche una versione premium, che vi permette di utilizzare l’app senza pubblicità.

Amerigo

Ultima ma non per importanza, Amerigo. Quest'app si distingue dalle altre elencate sopra dal momento in cui è un gestore di file. Tuttavia, ci sentiamo di consigliarvela sulla base della nostra esperienza personale estremamente positiva.

L’app infatti consente di scaricare gratuitamente video e musica da youtube. L’unica pecca è che inizialmente potrebbe sembrare poco intuitiva, ma una volta capito come funziona, scaricare tutta la musica che volete è facilissimo! Per utilizzarla basterà cliccare sull’icona in basso a destra e cercare sulla barra di ricerca di youtube qualsiasi canzone vogliate scaricare, cliccare sul video e confermare il download.

Quest’app è perfetta per ascoltare musica offline e in modo completamente gratuito, cosa che, per esempio, con la versione free di Spotify non sarebbe possibile. Un ulteriore punto a suo favore è che, essendo un gestore di file, offre una molteplicità di altre funzioni che permettono di organizzare qualsiasi documento presente sul vostro dispositivo.



Se stai cercando le migliori offerte iPhone consulta il nostro angolo delle offerte.



Giunti alla fine di questo articolo, dovreste esservi fatti un’idea di quelle che sono le funzionalità delle app che vi abbiamo consigliato e di quale possa fare più al caso vostro e adattarsi alle vostre esigenze. Soprattutto per quanto riguarda le prime che vi abbiamo proposto, vi assicuriamo che sapranno soddisfare i vostri bisogni e che una volta installate sarà difficile separarsene.

Buon ascolto!



Ricerche correlate



Pagina principale "CONSIGLI E SUGGERIMENTI"