Perché l'iPhone non si carica? Tutti i motivi

torna alla Home dei nostri consigli

perché l'iPhone non carica

Indice:

1.1 l'iPhone non carica: possibili cause

1.2 Cavo di ricarica non funzionante

1.3 Fessura di ricarica sporca

1.4 Problemi di software

1.5 Batteria non ben calibrata

1.6 Batteria guasta o esausta



Avete appena collegato il vostro iPhone al cavo di ricarica e non succede nulla? Se il vostro iPhone è collegato all’alimentatore ma non ha emesso nessun segnale sonoro di carica e nessuna icona di caricamento (un fulmine) è comparsa sul display accanto alla batteria, ciò significa che il vostro dispositivo non è in carica. Non disperate, perché negli smartphone Apple questo è un problema piuttosto comune, e in questo articolo andremo ad analizzare quelle che potrebbero essere le principali cause di questo malfunzionamento, dandovi anche delle indicazioni per tentare di risolvere il problema..



L'iPhone non carica: possibili cause

La prima domanda che bisogna porsi se il vostro iPhone non carica correttamente, è se il problema risiede nel dispositivo o nel cavo di ricarica. Quindi la prima cosa da fare è tentare di ricaricare il dispositivo con un altro caricatore, e a sua volta testare anche il vostro caricatore con un altro iPhone. Ricordatevi che il problema potrebbe essere anche la presa al quale il caricatore è collegato, quindi fate diversi tentativi, non tutto potrebbe essere perduto!



Cavo di ricarica non funzionante

Se il vostro iPhone carica bene quando viene collegato a un altro caricabatteria, allora sapete che il problema non risiede nello smartphone. Vi raccomandiamo di utilizzare cavi di buona qualità per caricare il vostro iPhone, che non presentino segni di usura o danni gravi. Ricaricare un iPhone con un cavo e un alimentatore danneggiati o di bassa qualità potrebbe infatti apportare danni alla batteria del vostro dispositivo, usurandola e facendone diminuire la durata drasticamente.

Una volta accertato che il problema non risiede nel cavo di alimentazione, è chiaro che allora a essere danneggiato è il vostro iPhone. Anche in questo caso, le cause potrebbero essere molteplici, così come le soluzioni. Vediamo di seguito i principali fattori che possono impedire il corretto caricamento di un iPhone.



Fessura di ricarica sporca

Un altro problema di hardware comunissimo che causa il mancato caricamento dei dispositivi riguarda la fessura di ricarica, ovvero quella che si trova nella parte inferiore del vostro iPhone in cui viene inserito il cavo di ricarica.

Soprattutto se il vostro iPhone è un po’ datato, ma anche se passate molto tempo all’aperto o in ambienti polverosi, la porta di ricarica potrebbe essere piena di polvere o altra sporcizia, che impediscono ai contatti elettronici di funzionare come dovrebbero. In questo caso quindi si può procedere delicatamente con la pulizia della porta, utilizzando preferibilmente un panno di lino oppure uno stuzzicadenti con un po’ di cotone posto in una estremità. Questi sono gli strumenti più indicati perché sono i più efficaci e hanno meno probabilità di causare danni irrimediabili alla porta lightning. Una volta eseguito questo processo, vi consigliamo di riavviare il vostro iPhone e provare nuovamente a inserire il cavo di carica.



Problemi di software

se non siete riusciti a risolvere il problema con nessuna delle soluzioni precedenti, allora il vostro problema potrebbe risiedere nel software. In questo caso, quello che potete provare a fare, è eseguire un riavvio forzato. Questo processo elimina tutta la cache temporanea e casuale, e spesso riesce a risolvere alcuni dei problemi più comuni che i possessori di iPhone incontrano. In questo articolo vi abbiamo spiegato in modo dettagliato come eseguire il riavvio forzato, indipendentemente da quale sia il vostro modello di iPhone.

Se, anche dopo questa operazione, il problema persiste, una delle ultime possibilità è quella di eseguire un reset completo dell’iPhone. Sappiamo che questa potrebbe sembrare una soluzione drastica per alcuni di voi, ma pensate che se il vostro telefono è ancora acceso, avrete la possibilità di eseguire un backup completo e quindi di preservare tutti i vostri dati. Ricordiamo infatti che il reset è un processo irreversibile che svuota completamente la memoria del dispositivo, ripristinando tutte le impostazioni e le informazioni in modo da riportarlo alle condizioni originali di fabbrica. Questo significa che se non eseguite un salvataggio dei dati prima di avviare questo processo, tutti i vostri file andranno persi. In questo articolo vi abbiamo spiegato in modo semplice e veloce quali sono i metodi migliori per effettuare il backup e come avviare il reset, valido per tutti i modelli di iPhone.



Batteria non ben calibrata

anche se questa opzione non è molto comune, potrebbe comunque essere quella che causa il problema nel caso del vostro dispositivo. A volte accade infatti che la batteria non comunichi bene con il sistema operativo; quest’ultimo potrebbe quindi mostrare un percentuale della batteria incorretta, rilevandola come carica quando invece non lo è. In questo caso potremmo quindi provare a ricalibrarla, anche se per far ciò occorre che il telefono sia completamente scarico, quindi spento.

Se avete deciso di seguire questa strada quindi, quello che dovete fare è lasciar scaricare completamente il vostro iPhone. Se non volete utilizzarlo, potete avviare la riproduzione di film, video o musica e aspettare che la batteria si scarichi completamente da sola. Quando il dispositivo si sarà spento, dovete lasciarlo così per circa 6 o 7 ore, senza collegarlo assolutamente a nessun alimentatore. Trascorse le ore indicate, potete provare a ricollegare il vostro dispositivo al cavo: se si accende, dovrete lasciarlo in carica per altrettante 6 o 7 ore perché la batteria si ricarichi del tutto.



Batteria guasta o esausta

se nessuna delle soluzioni presentate sopra funziona, allora è molto probabile che il problema risieda nella batteria stessa, che non funziona più come dovrebbe. La batteria è infatti una componente dell’iPhone che si usura molto in fretta e che, indipendentemente da come viene usata, ha un numero di cicli di ricarica abbastanza limitato. Tecnicamente, fino ai 500 cicli di ricarica la batteria dovrebbe mantenere un buon livello, che rimane sopra l’80%. Quando scende sotto questa soglia invece, significa che i primi segnali di usura si stanno presentando e potreste iniziare a pensare di sostituirla.

Soprattutto se la batteria del vostro iPhone non funziona più, vi consigliamo di recarvi in un Apple store o in un centro specializzato per verificare quale sia effettivamente il problema, ed eventualmente pensare di sostituire del tutto la batteria. Per far ciò, il nostro suggerimento è quello di rivolgervi a degli esperti e di lasciar fare a loro la sostituzione, senza provare a eseguire questo complicato procedimento a casa, per evitare di arrecare ulteriori danni al dispositivo.

A questo punto, speriamo voi abbiate trovato la soluzione al vostro problema. Per quanto possa essere difficile diagnosticare un problema in un iPhone quando la batteria non carica più, molto spesso bastano dei piccoli accorgimenti per risolvere il problema a casa e in un tempo brevissimo. Nei casi più rari di problemi più complessi invece, è bene far intervenire qualcuno di competente che possa aiutarvi a risolvere il problema della vostra batteria.



Se stai cercando le migliori offerte iPhone consulta il nostro angolo delle offerte.

Grazie per la lettura.



Pagina principale "CONSIGLI E SUGGERIMENTI"